1. pl
  2. it

About professional Inc.

Aenean sagittis mattis purus ut hendrerit. Mauris felis magna, cursus in venenatis ac, vehicula eu massa. Quisque nunc velit, pulvinar nec iaculis id, scelerisque in diam. Sed ut turpis velit. Integer dictum urna iaculis vestibulum finibus. Etiam tempus dictum rhoncus. Nam vel semper eros. Ut molestie sit amet sapien vitae semper. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. 

 

Aenean sagittis mattis purus ut hendrerit. Mauris felis magna, cursus in venenatis ac, vehicula eu massa. Quisque nunc velit, pulvinar nec iaculis id, scelerisque in diam. Sed ut turpis velit. Integer dictum urna iaculis vestibulum finibus. Etiam tempus dictum rhoncus. Nam vel semper eros. Ut molestie sit amet sapien vitae semper. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. 

 

Aenean sagittis mattis purus ut hendrerit. Mauris felis magna, cursus in venenatis ac:

 

 

  • purus ut hendrerit
  • cursus in venenatisEffectiveness – we deliver effective solutions which maximize profits
  • urna iaculis vesDiscretion – we are a trusted business partner and all information shared 

 

 

 

Aenean sagittis mattis purus ut hendrerit. Mauris felis magna, cursus in venenatis ac, vehicula eu massa. Quisque nunc velit, pulvinar nec iaculis id, scelerisque in diam. Sed ut turpis velit. Integer dictum urna iaculis vestibulum finibus. Etiam tempus dictum rhoncus. Nam vel semper eros. Ut molestie sit amet sapien vitae semper. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. 


IL SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI

POLONIA

 

Le autorità polacche hanno predisposto un articolato ed efficace sistema di agenzie ed enti, da un lato, e degl'incentivi ed agevolazioni, dall’altro, al fine di richiamare nel Paese un numero sempre maggiore di investitori esteri, contando anche sull’interesse destato presso gli operatori economici stranieri dalle prospettive connesse agli ulteriori ingenti fondi UE assegnati per la Polonia nel periodo

2014-2020 rispetto al precedente settennato.

 

Passato più di un anno che, il sistema di sostegno statale in Polonia ha subito una trasformazione significativa. Le zone economiche speciali (ZES) che erano presenti in Polonia da oltre 20 anni sono state sostituite da un nuovo strumento:

Zona di Investimento Polacca (ZIP)

 

A questo quadro generale si aggiunge la ultima legge approvata, che è entrata in vigore nel 2018.

Lo scopo principale e il presupposto del nuovo regolamento era di far diventare tutte le aree destinate all'attività economica la Zona di Investimento Polacca.

 

L'introduzione della zona di investimento polacca ha dimostrato, che questa opportunità è alla portata di quasi tutte le imprese per ottenere le agevolazioni fiscali è la procedura in se diventata molto più semplice. È importante sottolineare che, grazie alla nuova legge, gli imprenditori non devono più concentrare i loro investimenti in parti specifiche della Polonia, ma possono scegliere il luogo che ritengono più favorevole dal punto di vista della loro attività.

Riducendo la quantità d’investimento richiesta e la semplificazione delle normative ha fatto sì, che sempre più aziende di piccole e medie dimensioni inizino

ad interessarsi a questa opportunità.

 

Oltre la metà delle decisioni emesse ai sensi del nuovo regolamento Zona di Investimento Polacca (ZIP) stata assegnata alle piccole e medie imprese. Operando all'interno della zona di investimento polacca, creano nuovi posti di lavoro, sviluppano l'offerta di prodotti e in cambio non pagano l'imposta sul reddito PIT o CIT. Vale la pena ricordare che da settembre 2018 sono state emesse quasi 300 decisioni per l'importo totale degli investimenti di circa 17 miliardi di PLN.

 

Il nuovo programma è un'estensione delle

Zone Economiche Speciali:

le agevolazioni fiscali sono disponibile per gl’investimenti in qualsiasi località della Polonia. 

Tutta la Polonia in questo modo diventata una zona economica.

 

Il nuovo programma è stato introdotto in seguito agli atti giuridici:

 

1. La Legge del 10 maggio 2018 sul sostegno per i           nuovi investimenti (entrata in  vigore il 30 giugno       2018.).

2. La Direttiva del Consiglio dei Ministri del 28 agosto 2018 sugli sostegni pubblici concessi ad alcuni         imprenditori per implementarne i nuovi                   investimenti (entrata in vigore il 5 settembre 2018).

 

Dall'attuazione della nuova normativa, gli investitori possono beneficiare di esenzioni dall'imposta sul reddito in relazione all'attuazione di nuovi investimenti situati ovunque in Polonia.

Inoltre la normativa offre la possibilità di concedere esenzioni fiscali per tutti gli investimenti in Polonia, per un periodo di 10, 12 o 15 anni, a condizione che soddisfino determinati criteri di ammissibilità.

 

Le agevolazioni fiscali relative alla ZIP consentono l'esenzione dall'imposta CIT o PIT sui redditi generati in relazione all'attività in possesso della decisione di concessione del sostegno pubblico (determinata secondo i codici PKWiU) e gestita sul territorio specificato in tale decisione.

 

Non solo le grandi, ma soprattutto le piccole e medie imprese saranno in grado di ottenere queste agevolazioni. In primis saranno premiate le imprese che incidono sulla competitività e l'innovazione delle economie regionali. I requisiti richiesti per gli investitori polacchi e stranieri sono identici in base al nuovo atto.

 

 

Zona di Investimento Polacca - la sintesi 

 

 

 

La partecipazione alle fiere in Polonia è lo strumento di marketing più prezioso.

Considerando la possibilità di presentare l'intera gamma di prodotti / servizi offerti dall'azienda, combinati con il contatto diretto con i clienti, nessuno strumento di marketing sia efficace quanto questo.

In Polonia le fiere sono uno degli strumenti più importanti per le aziende che vogliono entrare sul mercato polacco. Una vetrina per la prima presentazione aziendale.

Le fiere del settore sono frequentate da management aziendale oltre, che dal pubblico di diverso genere.

Durante questi eventi si prendono i primi contatti e stringono primi accordi commerciali.

 

Perché vale la pena partecipare alla fiera?

 

  • le fiere consentono di incontrare clienti esistenti e potenziali;

  • partecipanti possono esprimere direttamente all'espositore la propria opinione su prodotti e servizi;

  • danno l'opportunità di stabilire nuovi contatti con partner/clienti ;

  • sono un'opportunità per lanciare e promuovere nuovi prodotti;

  • creano l'immagine dell'azienda;

  • consentire la presentazione professionale dei prodotti;

  • permettono l'osservazione della concorrenza e delle novità presentate in uscita sul mercato.

 

A disposizione il calendario fieristico.

 

Investire in Polonia

Cracovia

Varsavia

     Fiere in Polonia  

 

Il mercato polacco - anche in virtù dello sviluppo enorme degli ultimi anni - è ormai maturo sotto molti aspetti: è quindi utile aggiornare la visione che hanno gli operatori italiani di questo Paese,

ancora troppo spesso accomunato agli altri Paesi dell’Europa Centrale e Orientale.

 

L’Italia gode in Polonia di una straordinaria rendita

di posizione.

Nell’immaginario collettivo polacco è fortemente radicata un’immagine dell’Italia, paese ricco di storia

e di cultura, patria del bel vivere, e degli italiani come popolo dalle numerose affinità con i polacchi.

I prodotti italiani se ne avvantaggiano consistentemente. Tuttavia sussiste ancora una generale carenza di informazioni su quanto

l’Italia ha da offrire.

 

 

PAESE, ABITANTI & DATI ECONOMICI

 

La Polonia si estende su una superficie di 312.685 km² e, per dimensioni, occupa la nona posizione tra

i paesi europei. 

Confina con la Germania, la Rep. Ceca,

la Rep.Slovacca, l’ Ucraina, la Bielorussia,

la Lituania e la Fed.Russa.

Dal punto di vista geografico, quindi, si colloca

in una posizione strategica, nel cuore dell’Europa,

il che le consente di essere al centro degli scambi commerciali tra est e ovest e tra nord e sud e di porsi come comodo punto di accesso anche verso questi mercati limitrofi.

Già oggi numerose aziende, anche italiane, stanno usando la Polonia come base di lancio verso questi paesi. Nonostante ciò, le strategie di investimento estero in Polonia sono per lo più indirizzate al mercato polacco, a differenza di quanto avviene

in paesi più piccoli della stessa area, che non possono da soli costituire uno sbocco sufficiente a realizzare

le economie di scala necessarie.

 

Per quanto riguarda gli abitanti, la Polonia conta poco più di 38 milioni di persone, di cui più del 60% vive nelle città. La popolazione polacca è molto giovane, l’ età media e di 35 anni e il 56% degli abitanti ha meno di 40 anni.

 

Il capitale umano è quindi molto consistente: vi sono circa 24 milioni di polacchi in età produttiva ( circa il 61% della popolazione), oltre 20 milioni di giovani parlano le lingue straniere e più di 2 milioni sono studenti universitari.

 

Dal punto di vista economico, la Polonia è l’unico paese a non essere mai entrato in recessione dall’inizio della crisi, anzi, dopo il boom economico del 2011, che ha visto una crescita del PIL del +4,3% e le prospettive restano molto favorevoli, seppur ridimensionate. La Polonia, quindi, continua la sua crescita, rimanendo tra i paesi con le migliori potenzialità nel medio-termine.

 

 

FONDI EUROPEI 2014 - 2020: 82,5 mld di euro

 

Dal 2004 la Polonia è parte della Comunità Europea e ha la necessità di una celere costruzione ed ammodernamento delle diverse infrastrutture per adattarle agli standard imposti dall’ Unione Europea: dalle infrastrutture stradali, ferroviarie          ed aeroportuali, alle sportive, ricreative e turistiche, sanitarie,a quelle urbane (canalizzazioni, depurazione acque, gestione rifiuti, etc.).

 

A questo scopo, nell’ambito della politica di coesione economica e sociale, finalizzata a promuovere uno sviluppo equilibrato, armonioso e sostenibile della Comunità, l’ Unione Europea ha recentemente destinato ingenti fondi alla Polonia, pari a 82,5 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.

 

Questi nuovi finanziamenti Europei avranno, come già accaduto in passato, l’effetto di accelerare ulteriormente lo sviluppo economico del Paese, e al contempo aprono grandi opportunità per gli investitori privati esteri, i quali possiedono il know-how                e l’esperienza acquisiti nella realizzazione di progetti simili in altri paesi.

 

Di seguito, la suddivisione dei fondi per i programmi nazionali e regionali e tra le varie categorie che potranno beneficiarne:

 

 

Created in WebWave CMS